Startup Prynt, e lo smartphone si trasforma in una Polaroid

Startup Prynt, e lo smartphone si trasforma in una Polaroid

Startup Prynt per trasformare lo smartphone in una macchina fotografica in miniatura che, in perfetto stile Polaroid, stampa subito le tue foto.

Trasformare le proprie immagini digitali in foto fisiche? Un sogno che diventa realtà grazie a Prynt, un avveniristico case per smartphone che include una mini stampante ideato da una startup francese. Facendo sposare il vintage con la tecnologia moderna, il team francese ha messo a punto un meccanismo davvero innovativo che, di sicuro,  farà impazzire di gioia gli amanti della fotografia.

Il meccanismo adottato da Prynt richiama un po’ le vecchie Polaroid, le mitiche e miracolose macchine fotografiche degli anni ‘70, che dopo lo scatto sfornavano la stampa della fotografia in una manciata di secondi. Ovviamente sia la qualità della foto in sé sia della stampa di una Polaroid non erano eccelse, tuttavia faceva veramente scalpore vedere immediatamente, o quasi, il prodotto di quello che si era ripreso, bypassando il negozio dell’amico fotografo.

Adesso la piccola startup francese con Prynt ha pensato a qualcosa di molto simile includendo in un piccolo case dedicato sia smartphone che stampante. Il prototipo, maneggevole, compatto ed elegante nel design, potrebbe essere oltre che un device tecnologicamente appetibile, anche un simpatico regalo di Natale. Il case è collegato allo smartphone con la presa dati, et voilà, il gioco è fatto: si scatta la foto e si dà il comando stampa.

Niente Bluetooth, Wi-Fi o quant’altro. Nella prima versione del prototipo, fra lo scatto della ripresa e la stampa intercorrono circa 50 secondi e nel case è contenuto un foglio alla volta. Ma dalla startup fanno sapere che nelle prossime versioni, quelle da commercializzare, si arriverà tranquillamente fino a 30 fogli contenuti nel case, nonché un tempo per la stampa contenuto in circa 30 secondi.

Sul prezzo, per ora si parla di cifre intorno ai 100 euro, tuttavia anche questo è un aspetto da mettere a punto con maggior precisione. Circa la compatibilità degli smartphone, Prynt fa riferimento a prodotti di fascia alta come phablet, il Galaxy Note o l’iPhone 6 Plus.

Il progetto sarà lanciato su Kickstarter, il che consentirà di verificare il vero interesse dei potenziali acquirenti e conseguentemente di tarare il prezzo; ed eventualmente, perché no, apportare le dovute modifiche in funzione dei desiderata del pubblico.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *