Protocollo d’Intesa per applicazioni riferite ai servizi della PA

L’accordo, della durata di un anno, renderà più efficaci le interazioni dei cittadini con la Pubblica Amministrazione, permettendo contemporaneamente una maggiore efficienza dei servizi gestiti online attraverso l’automazione e la digitalizzazione. L’accordo è stato definito a partire del comune obiettivo di sviluppare azioni sinergiche per la promozione della società dell’informazione e lo sviluppo di soluzioni d’eccellenza tecnologiche ed organizzative, in particolare nel settore del web search, che possano incrementare la qualità e l’accessibilità dei servizi della PA.

Grazie alla collaborazione i milioni di utenti che, ogni mese in Italia, utilizzano il motore di ricerca Bing di Microsoft saranno facilitati nel reperire in modo immediato e semplice gli indirizzi Internet dei siti ufficiali del Governo e delle altre istituzioni nazionali.

Microsoft Italia, inoltre, si è resa disponibile a condividere con il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, grazie alle esperienze e alle competenze maturate, i casi di successo a livello nazionale ed internazionale in materia di ricerca dei servizi on line, nei limiti e nel rispetto degli accordi di riservatezza ai quali tutte tali informazioni sono soggette.

Il protocollo d’intesa, infine, non comporterà alcun onere a carico del bilancio dello Stato e tutte le attività che verranno poste in essere nell’ambito dello stesso saranno realizzate a carico di Microsoft.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *