Printeroid, la piccola stampante geniale e infinita

Printeroid

Printeroid, la piccola ma geniale e infinita stampante, è made in Italy. A pensarla e realizzarla, infatti, è stato Pierpaolo Lazzarini l’ingegnoso inventore di Viterbo che aveva già stupito il mondo con il mini yacht Jet Capsule.

Un po’ fax e un po’ stampante. Un po’ invenzione e un po’ semplicità. Ad aver pensato e realizzato questo congegno molto originale, è tutto merito del viterbese Pierpaolo Lazzarini, vulcanico personaggio in grado di fare questo e altro.

Printeroid può stampare indifferentemente su carta semplice, fotografica e adesiva. Il dispositivo è in grado di stampare tutto quello che è visualizzato su iPhone o iPad, fino ad un massimo di dieci metri e per una larghezza di sette centimetri,  il tutto mentre il dispositivo si ricarica in quanto Printeroid è anche un alimentatore.

Con Printeroid possiamo  stampare dalle conversazioni alle foto panoramiche, dai disegni alle strisce di fumetti, ai documenti. Ed è possibile stampare non solamente quello che è visibile sulla singola schermata, bensì ogni cosa possa scorrere sul display. Una stampa infinita, insomma,

Nel momento in cui lo scrolling va avanti, appare un’indicazione che ci dice con estrema esattezza a quale lunghezza corrisponde la stampata, in termini di metri e centimetri. Inoltre c’è un’altra possibilità: con un’apposita applicazione si possono inviare le cose da stampare anche ad amici e parenti, o altre persone che utilizzano Printeroid per farle stampare a loro volta.

Lazzarini, consapevole delle potenzialità di questa piccola stampante delle meraviglie, punta sull’apprezzamento degli investitori e di quanti siano interessati a questo singolare progetto. “Possediamo un prototipo funzionante e un brevetto” dice Lazzarini non senza orgoglio “ora siamo in attesa di investitori e speriamo soprattutto nella Polaroid. Il costo al momento dovrebbe essere intorno ai 185 dollari, ma una grande azienda è in grado di fare prezzi anche minori”.

Per finire, è importante sottolineare che Printeroid è anche un efficace caricabatterie. A Pierpaolo Lazzarini e al suo socio nel progetto Giampaolo Scapigliati vano tutti i nostri più sentiti auguri: l’idea è buona e merita di essere seguita con interesse.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *