Microsoft “abbandona” Windows XP

Microsoft è sempre stata molto chiara circa le sue teorie sul ciclo di vita dei prodotti e ha seguito le stesse sempre in modo molto rigoroso. Un paio di anni fa la casa di Redmond aveva dichiarato di voler progressivamente limitare il supporto verso Windows XP e a partire da allora ha cominciato a ridurre il numero di aggiornamenti e a fornire solo patch di sicurezza fondamentali.

Come ben sappiamo, Windows XP è ancora un sistema operativo diffusissimo nel mondo. Nonostante questo Microsoft ha sviluppato e reso disponibile Internet Explorer 9 dichiarando che la nuova versione del browser non è compatibile con XP. Questo significa che le nuove versioni di applicazioni come Windows Live Messenger, Windows Live Writer, Windows Live Photo Gallery e molte altre non potranno essere installate su Windows XP.

Tutto ciò perchè agli analisti Microsoft è apparso evidente che per gli utenti medi le cose fondamentali sono le applicazioni che utilizzano e non il sistema operativo. Dunque finchè essi potranno utilizzare le nuove versioni delle loro applicazioni preferite non cambieranno mai il loro sistema operativo.

Microsoft in questo modo dunque mira a forzare l’abbandono di Windows XP da parte degli utenti. Bisogna dire che anche senza i suddetti motivi sarebbe comunque l’ora di abbandonare XP, che rappresenta un prodotto ormai datato e incapace di supportare alcune nuove tecnologie e applicazioni di nuova concezione.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *